Conservare le castagne per averle tutto l’anno

Con l’arrivo dell’autunno la natura ci regala un frutto gustoso e sano, perché mangiando correttamente ci si mantiene anche in salute, che può essere consumato in moltissimi modi differenti: la castagna. Arrosto, bollita, in crema, la castagna è versatile e piace anche ai bambini, ma purtroppo la produzione di questo frutto dura poco e verso metà novembre, primi di dicembre, a seconda della località, trovare castagne è molto difficile. Ma se si vuole gustare questa prelibatezza anche a inverno inoltrato?  Semplice, basta conservare le castagne nel momento in cui ci sono! Ci sono diversi metodi per la conservazione, del resto una volta quando l’annata offriva una produzione generosa mica si buttavano!

Conservare le castagne nel congelatore

Uno dei metodi per conservare le castagne in casa è mediante congelamento. Oggigiorno disponiamo di elettrodomestici che ci rendono la vita davvero comoda, quindi approfittiamone. Le castagne nel congelatore possono durare fino a un anno,  vediamo come si congelano.

Per prima cosa le castagne vanno ben lavate  e asciugate. Una volta asciutte vanno messe negli appositi sacchetti per il congelatore che dovrebbe avere una temperatura almeno di -20° C all’inizio, in seguito si potrà sollevare un po’. Infatti l’ideale sarebbe avere un congelatore a pozzetto che consente di avere una temperatura più bassa rispetto a quella dei normali freezer combinati con il frigorifero. Non resta quindi che metterle nel congelatore e consumarle quando si ha voglia.

Essiccazione

Un altro metodo di conservazione è l’essiccazione, per questo però occorre avere almeno un po’ di spazio ma il vantaggio è che durano più di un anno. Diciamo subito che le castane che meglio si prestano a questo sistema di conservazione sono quelle più piccole che si disidratano più facilmente.

Per essiccare le castagne occorre avere dei graticci che siano posti ad almeno 15-20 cm da terra e che siano collocati in una posizione favorevole all’esposizione al sole. Quindi si stende uno strato di castagne al mattino quando il sole è caldo e si ritirano alla sera per evitare le ore più umide, ricordiamo che dobbiamo eliminare dalle castagne tutta l’acqua. A seconda del tempo atmosferico le operazioni di essiccazione potranno durare da 5 a 6 settimane. Per una qualità d’essiccazione migliore, è consigliabile essiccare le castagne all’ombra, ma solo se la zona non è umida, chiaramente ci vorrà più tempo ma si guadagna in gusto.